Al giorno d’oggi è difficile trovare qualcuno che non sia un assiduo utente di smartphone. Questi apparecchi arrivarono un giorno alle nostre tasche quasi senza che ce ne accorgessimo e attualmente risulta faticoso pensare a un mondo senza di loro. Anche se l’utilizzo dei telefonini ha semplificato tanti aspetti della nostra vita quotidiana, ha anche creato nuovi problemi che inizialmente erano impensabili. Uno dei più evidenti è il telefono alla guida, che ha elevato notevolmente il numero di incidenti stradali. Un altro inconveniente non tanto riconosciuto dagli utilizzatori di questi strumenti è il text-neck, ossia una nuova patologia che affligge i patiti di smartphone, tablet e PC.

Perché noi che usiamo lo smartphone siamo predisposti al text-neck?

 

Lo stile di vita della nostra era ci costringe ad adottare delle posture sbagliate e ad effettuare dei movimenti scorretti in maniera meccanica senza nemmeno rendercene conto. Guardare per tante ore questi schermi in una posizione sbagliata crea degli squilibri a livello posturale e in particolare per la nostra colonna vertebrale, comportando disturbi fisici gravi.

Facciamo una breve analisi per capire meglio perché avviene questo tipo di cervicalgia. Il peso medio della testa di un adulto è di 4-5 kg. Per il sostegno di questo peso l’ideale sarebbe avere la testa in asse con il resto della colonna vertebrale, rispettando le curve fisiologiche che essa ha (cifosi e lordosi). Se invece teniamo la testa flessa in basso e in avanti, si creano grandi tensioni sulla colonna vertebrale specialmente alla zona cervicale.

Più si va in giù con l’inclinazione della testa e più aumenta la tensione. Se la testa è piegata a 60° il peso totale che la nostra colonna deve sopportare è intorno a 27 chili. Per fare un paragone è come se avessimo tutto il tempo un bambino di 8 anni sulle spalle!

text-neck

Quali sono i rischi per chi soffre di text-neck?

 

Uno dei problemi principali che si osserva nelle persone che patiscono di text-neck è la perdita della curvatura naturale della cervicale, creando una forte tensione al collo e alle spalle con conseguente dolore. Come risultato di questa tensione muscolare, è frequente anche l’insorgere della cefalea. Se questa contrattura persiste è possibile patire frequenti mal di schiena e  sviluppare diverse discopatie.

Come combatterlo

 

  1.  La prima cosa da fare, se si tratta di una fase iniziale, è aumentare la consapevolezza del gesto e correggere la postura prima che il problema si cronicizzi. Basta stare attenti alla posizione in cui guardiamo il telefonino ed evitare di farlo per tanto tempo.
  2. Per le persone che subiscono dei sintomi più gravi non bastano solo i consigli di prima: è imprescindibile iniziare un percorso di rieducazione posturale attraverso una terapia manuale e stretching globale per attenuare la contrattura muscolare.
  3. Esistono diversi dispositivi, come i collari cervicali ortopedici e tanti altri, ma è sempre meglio andare prima dallo specialista per capire quale sia lo stato attuale della colonna e cosa sia effettivamente utile nella vostra situazione specifica.

La prossima volta che vi ritrovate con il naso immerso dentro lo schermo del cellulare, non dimenticatevi che è sempre meglio stare con il capo diritto, abituandosi ad alzare il telefonino all’altezza adeguata.

Insomma… Andate avanti a testa alta!

Se soffri di text-neck chiama subito il Dott. Giunta e trova la soluzione più adatta a te!

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Share This

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookies necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookies, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookies. Politica dei cookies

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close